La polleria di Cairo e la delusione dei tifosi

Leonardo Daga

Leonardo Daga è un tifoso del Toro, da anni attivo nella difesa dei diritti dei tifosi del Toro e ora collaboratore di Supporters In Campo.

Potrebbero interessarti anche...

5 Risposte

  1. giorgio ha detto:

    Si sono d’accordo ,ma credo che il ns presidente non abbia investito abbastanza con i soldi ricevuti dalle vendite,quindi credo che ora debba dimostrare dove li investira in futuro e credo sia l’ultima scusa che avra’ che poi non ci saranno più scuse basterà fare il conto tra vendite e acquisti.

  2. ma basta.
    son 12 anni ancora aspettiamo la prossima campagna acquisti ?
    te la anticipo io.
    se pagano la clausula da 100 milioni cercherà di trattare in ogni modo al fine di evitare di trovarsi 100 milioni sul bilancio 2017 (ha già 20 milioni maksimovic +4 jansson e forse 4,8 martinez). cercherà accordo con chelsea o manutd in modo da avere tipo 90 milioni + giocatore da 10 milioni in prestito con diritto di recompra. E così i 90 milioni li spalmerà 10 sul bilancio 2017 e gli altri in 4 anni da 20 milioni.
    Ma ancora non avete capito cairo ?
    stiamo apposto.

  3. iltorinese ha detto:

    Secondo il mio punto di vista Cairo , una volta avviato il Fila, venduto quei 2 o 3 giocatori che le danno delle ottime plusvalenze, comprando qualche personaggio giusto per barcamenarsi e non retrocedere, dopo venderà il Toro portandosi a casa una bella plusvalenza. Tutto questo entro massimo 2 anni.

  4. Alessandro ha detto:

    Scommetto che, molti dei detrattori di Cairo (tra i quali all’inizio mi collocavo anch’io), sono gli stessi che hanno chiesto a Sergio Rossi di andarsene per gli stessi motivi (tra l’altro in quel caso, i tifosi sono stati accontentati). E si badi bene, si è passati dallo sfiorare lo scudetto nell’85 con lui, all’inizio del florido ventennio che tutti conosciamo dopo la sua partenza. Io suggerirei a tutti di cercare di essere meno miopi. Volevo anche chiedere: chi 15 anni fa sarebbe stato tanto indignato se gli avessero descritto la nostra situazione attuale (che per altro credo sia di transito)? Qualcuno vorrà riconoscere che alla crescita dell’imprenditore Cairo è corrisposta anche la crescita del Toro oppure si vuole pensare e far pensare che il livello è ancora quello degli anni di D’Onofrio, Pagano, Di Michele, Diana, Pancaro, Coppola,…,Franceschini, Di Loreto, Abbruscato, Oguro, …, De Vezze, Gasbarroni, …, Recoba, ecc. ecc.

    • Leonardo Daga ha detto:

      Rispondo con ritardo e mi dispiace. Ma l’evidenza del mercato di questi giorni di metà luglio 2017 basta a rispondere a questo messaggio. Non aggiungo altro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *