Pianta del piazzale Sud, che dovrebbe essere una zona di aggregazione dei tifosi del Toro.
Pianta del piazzale Sud, uno dei punti di aggregazione che nasceranno con il nuovo Fila.

Novità in arrivo dalla Fondazione Filadelfia, ieri l’ennesima riunione del CdA che ha prodotto diversi risultati. Il principale sembra essere il  bando di gara europeo per l’erogazione del mutuo bancario che andrà a coprire i 3,5 milioni di euro promessi della Regione Piemonte, soldi che verranno poi restituiti dalla Regione in 15 anni di rate. Qualche particolare rimane oscuro, ovvero come sia possibile che a tale scopo la regione abbia stanziato solo 3,75 milioni di euro in 15 anni, che corrispondono ad un interesse quasi nullo e quindi difficilmente erogabile da un istituto di credito, ma questa è un’altra storia. Il termine per la presentazione delle domande di partecipazione alla gara scadrà a maggio del 2014.

Altra novità è il bando per la ricerca di volontari e per l’ingaggio di una agenzia che si occuperà di marketing e comunicazione (e si spera, finalmente, di realizzare un sito web in cui pubblicare le informazioni relative alla Fondazione). Tutti questi bandi saranno probabilmente pubblicati sui siti degli enti che fanno parte della fondazione (Comune di Torino, Regione Piemonte e Torino FC) e saranno inviati alle testate principali. Ne daremo pronta notizia non appena si saprà qualcosa.

Altra notizia è l’intenzione del CdA di commemorare il 65° anniversario della tragedia di Superga con un evento al Fila che si vada ad aggiungere alla tradizionale cerimonia presso la Basilica di Superga. Si spera che nel frattempo il Torino FC abbia provveduto a chiedere alla Lega Calcio di spostare la partita a Verona contro il Chievo che dovrebbe tenersi proprio il 4 Maggio alle 15 secondo il calendario attuale.

Infine, altro argomento della riunione del CdA prima dell’aggiornamento al lunedì della prossima settimana è stato la realizzazione di una struttura nei pressi del Fila (se non addirittura ai margini dell’area recintata) che possa ospitare la Fondazione e possa fungere come punto di riferimento per i lavori e per i tifosi e cittadini che vogliano seguire l’evoluzione della ristrutturazione.

Mancano ancora risposte alle questioni sollevate dal consigliere comunale IdV Giuseppe Sbriglio (pubblicate su lo Spiffero.it e puntualmente ignorate dai siti Toronews.net e Toro.it) a riguardo della legittimità dell’operato della Fondazione nella assegnazione del lavoro di progettazione (preliminare?) agli stessi architetti che facevano parte della commissione giudicatrice del concorso di idee. Le perplessità espresse da Sbriglio sono ben circostanziate e sollevano più di un dubbio sull’iter scelto, si spera vivamente che il presidente Salvadori sappia aggirare questa rogna evitando di far cadere la ricostruzione del Fila in un tranello di ricorsi che ritarderebbero all’infinito il giorno dell’inaugurazione della struttura.

Altra questione che non trova risposta è la mancata chiarezza sul futuro impegno del Torino FC nel sostentamento della struttura. In una lettera a dir poco vergognosa il Torino FC alla fine dello scorso anno si è impegnata a elemosinare l’impegno per la sola manutenzione dell’impianto (mentre versa diverse centinaia di migliaia di euro all’anno per l’affitto dei campi della Sisport, di proprietà della FIAT) e di erogare in ben tre rate il solo milione che ha messo a disposizione per la ricostruzione della struttura. Il presidente Salvadori aveva promesso di fare chiarezza a tal proposito, ma nulla è ancora noto su questa vicenda.

Fonti

Lo Spiffero: Al Filadelfia giocano sempre gli stessi. Intervista a Giuseppe Sbriglio

 

(1335)

Avatar

Di Leonardo Daga

Leonardo Daga è un tifoso del Toro, da anni attivo nella difesa dei diritti dei tifosi del Toro e ora collaboratore di Supporters In Campo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.